La FUCI

FEDERAZIONE

La FUCI è nata a Fiesole nel 1896 ed ha formato generazioni di universitari impegnati nel mondo politico ed ecclesiale quali Vittorio Bachelet, Aldo Moro o Piergiorgio Frassati. In essa sono protagonisti proprio i gruppi. Come Gruppo infatti progettiamo e realizziamo in piena autonomia un percorso di formazione culturale e di fede, seguendo uno stile condiviso da tutta la Federazione e contribuendo a servire il territorio che abitiamo nella dimensione ecclesiale e civile.

UNIVERSITARIA

Università è il luogo in cui viviamo, su cui scommettiamo la nostra formazione: non è solo un “esamificio” o un distributore di nozioni, ma può diventare occasione di crescita umana.

Siamo Universitari che animano la vita del gruppo e universitario è il nostro metodo: la ricerca, l’ascolto di tutti i punti di vista, la verifica dei dati, per sviluppare quella capacità critica che ci consente di andare oltre i luoghi comuni e essere presenti in Ateneo con uno stile di servizio, in particolar modo attraverso l’animazione del dibattito sulle tematiche più scottanti per l’attualità; della Università Italiana.

CATTOLICA

Siamo pienamente inseriti nella realtà ecclesiale e ne condividiamo il cammino secondo le sue specificità. La nostra testimonianza cristiana trova nell’Università il luogo specifico della propria espressione. Partecipando attivamente alla pastorale universitaria e collaborando alla pastorale giovanile, vogliamo stimolare il dialogo attraverso specifici itinerari di riflessione teologica e culturale che ci aiutino a maturare nella fede. Dunque la FUCI è Chiesa in università e Università nella Chiesa. La natura confessionale non impedisce comunque la partecipazione anche a chi non condivide lo stesso cammino di fede.

ITALIANA

Viviamo pienamente le attese e i problemi sociali e politici del Paese, pur non trascurando le sfide sullo scenario mondiale e nella rete delle interdipendenze.

La FUCI mira a formare cittadini che possano operare scelte di cittadinanza responsabile qualunque sia il loro campo di impegno; propone, quindi ai suoi aderenti percorsi di formazione e riflessione in cui, nel rispetto degli orientamenti di ciascuno possano imparare a “pensare la politica”.

I commenti sono chiusi.